Amministrazione Trasparente

Nell'attività amministrativa, la trasparenza deve essere prerequisito essenziale per garantire una conoscenza effettiva dell'attività del Comune da parte dei cittadini e la conseguente possibilità di una loro partecipazione consapevole al processo decisionale sugli aspetti di rilevanza della vita del Comune. Questo rapporto si può realizzare solo attraverso la condivisione delle azioni che si intende porre in essere, mettendo il cittadino in condizione di conoscerle e capirle, ed è per questo che la Trasparenza Amministrativa sarà uno dei punti cardine alla base del programma di futura amministrazione della città di Pozzuoli, da parte del Movimento 5 Stelle.

Tale trasparenza si esplica in diverse azioni mirate al raggiungimento del cittadino e partendo dalla necessità di riconoscimento degli stessi diritti a tutti, al di là dell'appartenenza politica, delle condizioni economiche, della posizione sociale. Uno degli aspetti fondamentali per una Buona Amministrazione è il corretto rapporto tra il cittadino e i suoi rappresentati attraverso il quale giungere a un dialogo costruttivo. Ma solo se questo rapporto è onesto e sincero possono nascere le scelte più giuste per il bene della città e di tutti i suoi abitanti, senza preclusione alcuna. 

Il principio della trasparenza, inteso come "accessibilità totale" alle informazioni che riguardano l'organizzazione e l'attività delle pubbliche amministrazioni, è stato affermato con decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 denominato decreto trasparenza istituendo il nuovo diritto di accessso civico.

Obiettivo della norma è quello di favorire un controllo diffuso da parte del cittadino sull'operato delle istituzioni e sull'utilizzo delle risorse pubbliche.

In particolare, la pubblicazione dei dati in possesso delle pubbliche amministrazioni intende incentivare la partecipazione dei cittadini per i seguenti scopi:

  1. assicurare la conoscenza dei servizi resi, le caratteristiche quantitative e qualitative, nonché le modalità di erogazione;

  2. prevenire fenomeni corruttivi e promuovere l’integrità;

  3. sottoporre al controllo diffuso ogni fase del ciclo di gestione della performance per consentirne il miglioramento delle performance;

  4. attivare un nuovo tipo di "controllo sociale" (accesso civico);

  5. migliorare l'accountability dei manager pubblici;

  6. abilitare nuovi meccanismi di partecipazione e collaborazione tra PA e cittadini.