Pesca

Pozzuoli vanta una tradizione millenaria nonchè una vocazione naturale legata al mare e alle sue risorse, la pesca. Una politica cieca e scellerata non ha aiutato questo settore a superare la crisi indotta da un mercato globale invasivo, e talvolta, lo ha addirittura condotto verso il baratro, attivando un sistema burocratico fortemente vessatorio per gli operatori del settore.

Noi siamo per una pesca responsabile, da praticare in modo equilibrato, tra la tutela delle risorse ambientali e le esigenze di utilizzo umane, razionalizzando le produzioni ittiche a favore di una gestione attenta alla risorsa mare. Crediamo nella nascita di un indotto che copra una filiera più ampia composta da aziende di lavorazione/trasformazione, conservazione e commercializzazione dei prodotti ittici. Immaginiamo lo sviluppo nei settori quali l'acquacoltura, la mitilicoltura, la trasformazione del prodotto attraverso lavorazione o conservazione del pesce  (surgelati, congelati, conservati secchi), il confezionamento e distribuzione dell'esubero.

Da una analisi SWOT effettuata sul territorio puteolano e flegreo emerge, come primo elemento la necessità di sviluppare ed implementare le capacità imprenditoriali delle aziende del settore ittico puteolano, ancora oggi orientate principalmente verso assetti produttivi/gestionali individuali. Spingeremo per un passaggio sostanziale ad una mentalità imprenditoriale più orientata al mercato ed al consumatore, attraverso l'acquisizione e lo sviluppo di competenze manageriali, tecniche, strategiche ed organizzative, adeguate alle esigenze di una nuova imprenditoria dinamica. Riteniamo sia necessario curare gli aspetti inerenti la commercializzazione, la promozione ed il marketing, la logistica e l'introduzione di innovazioni, attraverso l'adozione delle I.C.T (Information and Comunications Tecnology), di logiche di filiera e di partnership.

Partendo dalla considerazione che è ormai urgente fare sistema tra i vari comparti della filiera e adeguarsi ai nuovi scenari nazionali e internazionali in rapido mutamento, promuoveremo la realizzazione di forme di associazionismo che superino gli attuali limiti dimensionali. In tal modo verranno favorite nuove modalità di consumo, processi, tecnologie, sviluppo di attività di “acquisto” e di “promozione”; in modo da realizzare economie di scala, produrre in maniera ecosostenibile e collocare i prodotti sui mercati più adatti e vicini, facendo leva anche sulle suggestioni dei nostri paesaggi e le peculiarità delle tradizioni puteolane.