Integrazione tra istruzione e mondo del lavoro

In condivisione con quanto previsto dalla legge 107 del 2015, vogliamo mettere in piedi un nuovo modello di relazioni tra Amministrazione e mondo della Scuola, volto a promuovere lo sviluppo armonico delle risorse umane territoriali, avvicinando gli istituti di formazione all’ambiente, alle attività produttive locali, alle professionalità e alle realtà associative.

Lo scopo deve essere quello di perseguire la finalità di implementare e promuovere la diffusione, nelle scuole e tra i giovani, della cultura imprenditoriale insieme alla nostra identità culturale, attraverso le misure, anche economiche, previste dalle politiche dell'alternanza Scuola-Lavoro.

Quindi vogliamo:
- favorire l'integrazione tra i vari livelli di istruzione e la formazione professionale al lavoro, attraverso esperienze formative di laboratorio volte a fondere il sapere col saper fare;
- riuscire ad interpretare le aspirazioni degli studenti e renderli attori consapevoli della propria scelta lavorativa e incentivare una didattica di apprendimento volta al mondo lavorativo, in special modo alle piccole e medie imprese;
- favorire lo scambio tra soggetto scolastico e impresa privata, mettendo a disposizione energie e mezzi idonei allo scopo di annullare il disallineamento tra domanda ed offerta nell’attuale mercato del lavoro.

L'intento è quello di garantire un consistente contributo ai programmi dell'alternanza scolastica finalizzati alla nascita di nuove figure professionali e di imprenditorialità, stabilendo organici rapporti con gli enti coinvolti.

Solo creando un incubatore di imprese e nuove competenze professionali, che ruotano intorno ad un nucleo produttivo più solido, potremmo garantire benessere economico nell'ambito della tutela della Sostenibilità ed avere la possibilità di una solida rinascita della economia e della identità puteolana.